Quando il Sogno si scontra con la più dura delle Realtà...


Se avessi un locale tutto mio, mi piacerebbe che fosse piccolo e intimo, vorrei che avesse delle sedie rosse e qualche nicchia piena di libri, mi piacerebbe che ci fosse un grande tavolo per cene di gruppo e progetti, ci vorrei delle tende bianche e delle grandi finestre...

Se il mio piccolo sogno dovesse avverarsi non so davvero cosa potrei provare se, un giorno, dal nulla, il fango me lo portasse via.

Realizzare il proprio sogno, qualungue esso sia, richiede tempo, costanza, impegno, fondi e tanto tanto altro... giorni e notti passati a programmare... e quando ci arrivi, beh, che soddisfazione...
... ma basta davvero così poco tempo a fare così tanti danni... Anni cancellati da un'onda di terra e acqua.

Forse vi chiederete perchè sto scrivendo tutto questo.
Oggi ho letto un post [link] che mi ha riempito di malinconia e che mi ha fatto sentire impotente e piccola.

Sono rimasta davvero colpita dalla storia di Chiara e della sua Officina di Cucina [link]. Guardare le foto del prima e dopo e pensare che avevano inaugurato il locale da neanche quattro mesi, è stato straziante.

Sicuramente la loro non è l'unica storia di questo genere. Genova ne è piena.
Mi ha commosso però pensare a quanti si stanno muovendo per fare qualcosa per aiutare, anche qualcosa di piccolo, ma comunque qualcosa.

Non conosco direttamente le persone coinvolte, ma ho sentito di voler fare qualcosa anche io, cominciando da questo post.

A presto...


P.S. A chi, come me, volesse rendersi utile, anche solo con un piccolo gesto, consiglio di consultare la pagina Facebook del gruppo creato per aiutare l'Officina di Cucina [link] oppure questo post che riepiloga quanto è stato fatto fino ad oggi [link].

15 commenti:

  1. abitando in una città in cui passa il Po, conosco molto bene questi problemi...

    RispondiElimina
  2. Ciao Isabel,
    Sono originaria della provincia di Pavia e nella mia zona le alluvioni sono piuttosto frequenti... c'è anche da dire che, proprio perchè si tratta di eventi ciclici, è una zona davvero organizzata da quel punto di vista...
    La situazione di Genova mi ha davvero molto colpito...

    RispondiElimina
  3. sì, è davvero triste che la fatica di tanto sia spazzata via in così poco. anch'io sono rimasta colpita dai molti che si sono impegnati in prima persona per aiutare; episodi come questo mi aiutano a non perdere del tutto la fiducia nel genere umano!

    RispondiElimina
  4. Ciao Guchi,
    Penso che a volte ci vogliano storie come queste per farci smuovere un pochino.
    Non mi piace dirlo, ma sta diventando troppo facile chiudere gli occhi di fronte a situazioni di crisi... pensare che qualcun'altro se ne occuperà... ma ora come ora certe iniziative devono partire da noi. Ogni piccolo aiuto può fare la differenza.

    RispondiElimina
  5. so cosa vuol dire vedersi un sogno buttato all'aria, distrutto. è la disperazione più totale, il mondo ti crolla addosso... ma spesso dopo veniamo premiati con qualcosa di meglio. però mai darsi per vinti. certo che subito vien da piangere...

    RispondiElimina
  6. Ciao Daffo,
    Mi dispiace che tu ti sia trovata a sperimentare qualcosa del genere sulla tua pelle... spero davvero che anche questa situazione possa portare a qualcosa di buono...

    RispondiElimina
  7. Hi Cindy,
    The city of Genoa has experienced some problems due to a major flood.
    Thank you for the invitation and for the comment.

    RispondiElimina
  8. quanti problemi!!!
    speriamo non si presentino più...
    aiutare è un gesto meraviglioso

    RispondiElimina
  9. Ciao Pupottina,
    Grazie per il commento, speriamo davvero che la situazione possa risolversi presto.

    RispondiElimina
  10. e una cosa bruttissima la fatica di tanti anni distrutta in pochi secondi ma purtroppo la vita ci riserva anche cose brutte speriamo che vi arrivino quelle belle auguroni

    RispondiElimina
  11. Ciao Giovanna,
    Grazie per il commento. Spero anch'io che la situazione possa risollevarsi.

    RispondiElimina
  12. ciao mi sono dimenticato di dirtelo qui ma ho letto e commentato il post di quella ragazza. Non serve a molto dare una solidarietà per iscritto, ma certo aiuta chi non sa cos'è un'alluvione a capire il dramma. Ti abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  13. Chissà quanti sogni si sono infranti durante quelle ore.
    Questa ragazza, per quanto dura possa essere, in qualche maniera, potrà ricominciare, alcune altre persone purtroppo non più. Condividerò su FB, forse non servirà a molto ma io credo che parlare di una situazione che ha bisogno di sostegno, sia sempre e comunque una forza positiva.

    RispondiElimina
  14. Ciao Amoon,
    Fare qualcosa di concreto è certamente più utile, ma penso che iniziare col divulgare la notizia possa già dare qualche chance in più al progetto.


    Ciao Mumonboard,
    Grazie per le belle parole. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per essere passato dal mio blog.
Lascia un commento e sarò felice di risponderti.

Post più popolari