Pausa Caffè...


Per la pausa caffè di oggi ho pensato di proporvi un blog per immagini in cui mi sono imbattuta qualche settimana fa. Si tratta di Dancing Plague of 1518 [link].

La raccolta prende il nome da un episodio storico piuttosto particolare occorso a Strasburgo nel 1518.
Pare infatti che, seguendo l'esempio di una certa Frau Troffeau, centinaia di persone si sian messe a ballare per giorni (e anche per mesi) di fila, alcune addirittura venendo a mancare per infarti o sfinimento
Come potrete intuire, questo ha lasciando gli uomini di scienza dell'epoca piuttosto sbigottiti e incapaci di spiegarsi che cosa potesse spingere qualcuno a mettersi a ballare, così, senza sosta, fino alla morte.

Ovviamente il blog non è altrettanto macabro, tutto il contrario. L'autore, Niege Borges, si diverte a riprodurre alcune delle scene di ballo più celebri del cinema e della tv. La mia preferita è, appunto, Singing in the rain ma ce ne sono molte altre ed è anche possibile lasciare suggerimenti per le future creazioni.

Che ne dite, voi quale scegliereste?
Vi è mai capitato di lasciarvi travolgere completamente dalla voglia di ballare? Sarei curiosa di sentire le vostre storie...
A presto...

12 commenti:

  1. talvolta ballo, ma sempre da sola, perchè sembro un ippopotamo ubriaco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ippopotamo ubriaco?! Non staremo esagerando?!
      Io ricordo di aver seguito un corso di ballo latino-americano in passato... ma non penso di aver imparato niente. :)

      Elimina
  2. mi piace ballare sotto la pioggia e la neve, ogni tanto lo faccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi è mai capitato di ballare sotto la neve... penso sia dovuto al fatto che, di solito, quando nevica cerco di stare il più vicina possibile a una fonte di calore. ;P

      Elimina
  3. Mi sembra un blog molto carino! Andrò a vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isabel,
      E' un piacere rivederti. Tutto bene?

      Elimina
  4. Ogni tanto un ballo ricarica e dà energia. Sotto la pioggia e la neve, è davvero liberatorio :-) Buon e, ciao-
    E°*°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena,
      Come ho già detto a Daffo, non ho mai ballato sotto la neve ma, se continuata tutti a consigliarlo, dovrò proprio provare. ;P

      Elimina
  5. io ballo spesso oltre che con i miei cuccioli anche ai fornelli perché intorno a me c' è sempre musica ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina,
      Grazie mille per il commento, mi sembri una persona molto solare... sicuramente cercherò di prendere esempio anch'io e ricominciare a ballare ai fornelli. :)

      Elimina

Grazie per essere passato dal mio blog.
Lascia un commento e sarò felice di risponderti.

Post più popolari