Kindle, sei mesi dopo...

Sei mesi dopo il grande acquisto, torno a parlarvi del kindle, calcolatrice alla mano, per vedere se davvero c'è un risparmio oppure se è tutta un'impressione. 
     >> Seguite questo link per leggere la mia prima recensione sul prodotto

Partiamo subito con qualche dato utile che ho raccolto dal momento dell'acquisto ad oggi:
  • N° libri scaricati: 35 (di cui 11 gratuiti e 24 a pagamento)
  • N° libri letti: 28
  • Spesa totale: 101,30 €
  • Spesa media per libro: 4,22 € (su 24 libri a pagamento più e meno recenti)
Considerando che leggo circa un libro alla settimana in lingua originale (costo medio del cartaceo tra i 6,99 € e i 15,00 €) e che non ho la possibilità di scambiare libri con amici e parenti, ho notato un notevole risparmio rispetto ai primi sei mesi del 2011.
Oltre a questo, i principali vantaggi che ho apprezzato sono: la disponibilità di titoli (ho trovato tutti i libri che cercavo) e la "trasportabilità" del kindle (piccolo e leggero, mi permette di avere sempre in borsa tutti i libri che voglio leggere).
Da questo punto di vista, per me è stato senza dubbio un successo!

Ma passiamo alle considerazioni negative e alle critiche costruttive:
  1. E' molto più semplice prestare e regalare libri cartacei piuttosto che digitali, quindi se i libri che leggete vengono in buona parte dalle librerie di amici e parenti, non vi conviene comprare un kindle. Pare che stiano lavorando ad alcune soluzioni per rendere questi processi più semplici ma ad oggi, non mi risulta che sia possibile.
  2. L'acquisto one-click è potenzialmente pericolosissimo per il portafoglio! E' vero che registrando i propri dati (carta di credito & co.) su Amazon si risparmia un sacco di tempo per ogni singolo acquisto, ma è anche vero che diventa molto più semplice fare acquisti compulsivi.
  3. Cercare libri su Amazon non è bello quanto girare per una libreria. La ricerca per autore e per titolo è chiaramente comodissima ma, anche se per ogni libro viene riportato un elenco di titoli simili che potrebbero interessarti, Amazon non ha ancora trovato un modo per creare un allestimento tematico che ricordi un pochino quello delle librerie... e sinceramente è un peccato.
Detto questo, lo ritengo un ottimo prodotto. Io ho la prima versione uscita (senza touch-sceen, che personalmente trovo non necessario).
Come già accennato nella mia prima recensione, il kindle funziona grazie all'uso di inchiostro elettronico e quindi l'esperienza di lettura ricorda molto quella di un libro cartaceo. Lo schermo del kindle, ad esempio, non è retroilluminato (e quindi non stanca la vista come un PC).
La batteria dura davvero moltissimo, leggendo circa 2/3 ore al giorno (uno dei pochi vantaggi della vita da pendolare) metto in carica il kindle meno di due volte al mese. Ci metto 3 o 4 ore per caricarlo completamente.

Penso sia tutto. Spero che la mia opinione vi possa essere utile. Fatemi sapere se avete domande, sarò felice di rispondervi. A presto.

14 commenti:

  1. io non amo leggere molto (mi vergogno ma è così) per cui credo di rispondere alla tua domanda. Penso però che sfogliare un libro o meglio annusarlo, quando vado il libreria, non ha prezzo! Buongiorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente, io vado molto a periodi. Mi piace molto leggere, ma se non fossi costretta a fare un paio d'ore di treno al giorno, sicuramente leggerei molto meno.
      Sono d'accordo con te, i libri reali hanno delle caratteristiche che non si trovano in quelli digitali, ma apprezzo davvero la praticità del digitale ed il fatto che permette a tanti autori sconosciuti di pubblicare e distribuire i loro libri senza dover passare da una casa editrice. Ogni situazione ha i suoi pro e i suoi contro... sta a noi scegliere quello che ci è più comodo. :)

      Elimina
  2. per te che fai vita da pendolare credo che sia una gran comodità, e anche il risparmio economico è un'ottima cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, conti alla mano è stato un buon affare.
      Certo, come ho scritto nel post non è detto che sia la scelta giusta per tutti... però penso/spero che la mia esperienza personale possa essere di aiuto a qualcuno. :)

      Elimina
  3. Sono sempre una delle ultimi ad abbracciare le nuove tecnologie. Cmq è utile saperne qualcosa di più da chi le ha provate. Sicuramente sono interessanti i punti che esponi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco. In generale non sono molto aggiornata sulle nuove tecnologie, soprattutto se si parla di telefonia (ho un nokia basico che serve giusto a fare chiamate e mandare sms). In questo caso ho semplicemente trovato qualcosa che mi era utile e che risolveva qualche problema per me... e ho pensato di condividere la mia esperienza personali. :)

      Elimina
  4. Ciao cara! Ti dirò: da una parte proverei (anche per la comodità di leggere nel letto), ma dall'altra amo così tanto sentire e toccare la carta che non so se mi piacerebbe. Chissà...mai dire mai! :D
    Intanto grazie per le tue indicazioni.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come già detto, non è una scelta da tutti, ma io mi sto trovando bene.
      Spero che il link che ti ho passato ti possa servire. :)

      Elimina
  5. Ne ho tanto sentito parlare che mi e' venuta davvero una gran voglia di approfondire la conoscenza del kindle! Comodo e' comodo, anche pratico...giustamente l'acquisto dei libri non e' divertente come quando si va in libreria:-) Io un pensierino lo faccio! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo: comodo è comodo! Io mi ci trovo bene, poi, sai, dipende molto da persona a persona. Comunque se hai qualche domanda, non farti problemi. :)

      Elimina
  6. Post interessante! :)
    Anch'io è da una decina di mesi che uso un e-reader e mi trovo d'accordo con le tue considerazioni. Leggendo a letto, priam di dormire, io trovo molto comodo il fatto della leggerezza (soprattutto se si sta leggendo un tomone;-) e il fatto che io possa leggere girata sempre sullo stesso fianco.
    Tra pochi giorni parto per le ferie e quest'anno la valigia sarà molto più leggera visto che invece di 4/5 libri porterò l'e-reader!
    Anche anche a me manca il piacere del giretto nella libreria, ma ti dirò che quello lo possiamo fare ugualmente per poi comprare l'e-book ;)
    ...povere librerie, temo che saranno destinate a sparire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina,
      Sinceramente, anche se leggo libri digitali, qualche libro cartaceo lo compro ancora... libri di viaggio e di cucina, regali per amici e parenti...
      Non sono convinta che le librerie spariranno, ma sicuramente dovranno cambiare o evolversi in qualche modo per trovare una nicchia nel mondo digitale... vedremo.

      Elimina
  7. Anche io come te leggo in media un libro alla settimana...ho pensato più e più volte al Kindle, ma ancora non sono convinta..Avendo anche lavorato in libreria nel periodo universitario ed essendo una vera appassionata della carta stampata (il che contrasta con il resto della mia natura e del mio lavoro totalmente digital), non sono ancora pronta a questo passo :) Però che risparmio, caspita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo tutti preferenze diverse e ci sono tanti fattori da considerare, non solo quello economico.
      Io mi trovo bene, ma mi rendo conto che c'è chi non potrebbe fare a meno della carta. Ed è anche giusto che sia così.
      Se pensi di avere qualche domanda/dubbio, non farti problemi... :)

      Elimina

Grazie per essere passato dal mio blog.
Lascia un commento e sarò felice di risponderti.

Post più popolari